Progetto in corso

 

REALIZZAZIONE DI DUE CAPANNONI DI CUI UNO DESTINATO ALLE LAVORAZIONI ELETTROMECCANICHE E L'ALTRO ALLA TRASFORMAZIONE ALIMENTARE

 

VISITA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

PERCHE' DUE NUOVI CAPANNONI?

Un progetto “ambizioso”, ma ben giustificato e con solide basi (anche in termini di sostenibilità economica):

  • era necessario dare più spazio alle lavorazioni elettromeccaniche che, tra il 2018 ed il 2019, si sono incrementate andando ad incidere in modo molto positivo sugli introiti della cooperativa; questi  ricavi, unitamente al risparmio sulle spese di affitto del vecchio capannone, ci avrebbero permesso di estinguere in breve tempo il prestito richiesto a Banca Intesa

  • visto il successo dei prodotti agroalimentari realizzati insieme ai “ragazzi” all’interno del progetto agricolo si è aperta la possibilità di collaborazioni con realtà alberghiere per la fornitura dei suddetti prodotti; questa possibilità ha implicato la realizzazione di uno spazio che fosse adeguato alla produzione ed allo stoccaggio dei prodotti

  • entrambe le strutture sono state pensate per ospitare percorsi formativi mirati all’inserimento lavorativo aperti anche a persone esterne a Mirabilia Dei (questi percorsi formativi sono descritti all’interno del Progetto ComeIntegra)

  • il progetto ha incontrato il favore di Fondazione Cariplo e di una fondazione privata che insieme hanno coperto circa il 25% delle spese di realizzazione, mentre un altro 60% è stato pagato grazie a risorse della stessa Mirabilia Dei. Oggi mancano euro 300.000,00 per portare a termine i due capannoni su un preventivo iniziale di circa euro 1.400.000,00

 

Prima di buttarci in questo nuovo progetto abbiamo fatto molti calcoli e le condizioni c’erano, avevamo una stabilità tale da pensare di affrontare tutto senza particolari problemi.

 

Ecco, però, arrivare come un uragano il COVID-19 che ha travolto le vite di intere nazioni portando via a tante persone molti affetti, che ha paralizzato il mondo rinchiudendolo tra le mura domestiche, che ha mandato all’aria progetti, piani e previsioni facendo emergere tutta la nostra impotenza e fragilità.

Siamo stati tutti toccati - ci auguriamo non in modo irreparabile -, ma noi non perdiamo la speranza anche se la preoccupazione c’è, perché tutta la nostra storia, dal 1982 ad oggi, è disseminata di obiettivi raggiunti contro ogni pronostico, contro ogni legge di mercato, contro ogni calcolo economico. Non perché siamo bravi, ma perché abbiamo sempre avuto la grazia di incontrare imprenditori e privati che si sono fatti prossimi, che hanno condiviso i nostri bisogni e le nostre preoccupazioni in modo operativo. E, a quanto pare, questa è la strada che dobbiamo continuare a percorrere, perché, in attesa che i mercati ripartano, dobbiamo fare i conti con un fatturato che è diminuito di quasi il 65% mandando all’aria tutti i calcoli che avevamo fatto, mentre i lavori di realizzazione dei capannoni devono poter continuare.

 

Sappiamo che molte aziende, come noi, hanno visto una diminuzione del lavoro, ma secondo la nostra “filosofia” domandare è lecito, pretendere mai. Per questo domandiamo un aiuto, ancora una volta, secondo le vostre possibilità, nel prendere in considerazione questo tipo di azione, nel mantenere l’impegno legato all’Operazione Mattone, a riprenderlo (per chi lo avesse interrotto nel tempo) e ad incrementarlo, laddove sia possibile.

Operazione Mattone

 

L'attività di commercializzazione di materiale ad uso ufficio è stata chiamata "Operazione Mattone", in quanto ideata e nata per finanziare la realizzazione materiale delle Comunità familiari e/o sostenere le spese di mantenimento delle strutture esistenti. Alle aziende viene proposto di acquistare materiale ad uso ufficio (cancelleria e prodotti per la pulizia di ottima qualità) a prezzo maggiorato, acquisto  seguito da rilascio di regolare fattura. Qui trovate l'elenco dei prodotti ed i relativi prezzi.

Il guadagno derivante da questa iniziativa viene interamente impiegato per il finanziamento del progetto presentato all'azienda che aderisce.

Inoltre, l’adesione all'Operazione Mattone ci permette di inserire le persone accolte nelle Comunità familiari in attività di carattere socio occupazionale dal momento che si occupano della gestione logistica degli ordini.

L’Operazione Mattone mantiene la sua finalità anche se attuato secondo altre modalità tra cui:

  • donazioni in denaro regolate dal Codice del Terzo Settore rese deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato che ha rimosso il limite imposto dalla normativa precedente (70.000 euro /annui); se la deduzione supera il reddito complessivo netto dichiarato, l’eccedenza può essere dedotta fino al quarto periodo d’imposta successivo

  • condivisione del sostegno come obiettivo che l’azienda si propone di raggiungere congiuntamente ai propri dipendenti (devoluzione del 5x1000, azioni di payroll giving, giornate di volontariato aziendale, raccolte fondi interne)

 

Se non potete aderire a nessuna delle forme elencate saremo contenti di ascoltarvi qualsiasi idea o modalità vorrete proporci.

PER INFORMAZIONI CONTATTARE

Enrico Crosta

0332 861112

enrico.crosta@mirabiliadei.it

Progetti realizzati

 

Dal 2016 al 2019, i fondi raccolti sono stati utilizzati per ampliare la Comunità familiare Cascina Maì di Inarzo e, successivamente, per apportare miglioramenti strutturali alla porzione di casa esistente

 

AMPLIAMENTO DELLA COMUNITA' FAMILIARE CASCINA MAI' CON REALIZZAZIONE DI 2 APPARTAMENTI PER FAMIGLIE, 2 NUCLEI CAMERE (5 POSTI LETTO CIASCUNO), CUCINA PROFESSIONALE A NORMA HACCP, SERVIZI AUSILIARI (LAVANDERIA, STIRERIA, DISPENSA), SALONE RISTORANTE.

INTERVENTI SU STRUTTURA PREESISTENTE: RIFACIMENTO TETTO, REALIZZAZIONE TETTOIA, REALIZZAZIONE ASCENSORE, SOSTITUZIONE INFISSI, RIFACIMENTO IMPIANTO ELETTRICO, NUOVA PAVIMENTAZIONE PIANO TERRA, COIMBENTAZIONE E TINTEGGIATURA ESTERNI

© 2020 by Mirabilia Dei. Proudly created with Wix.com.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now